Il buio

…Vagavo nel buio della mia stanza con le mani protese in avanti per proteggermi

poi un rumore sordo…un lampo davanti agli occhi…il dolore, intenso, immenso, totale

le mie mani sul mio volto come a soffocare quell’urlo di dolore che traboccava copioso dalla mia bocca

….il dito del piede, l’ultimo, il più piccolo, il più delicato

un dolore inimmaginabile!