Ricordi confusi

Anni bellissimi di ricordi confusi che non cambierei mai con lucidi ricordi, con inutili presenze, con ipocriti e lucidi ragionamenti.

Tutto quello che non tornerà è racchiuso nei ricordi confusi, tutto quello che mi piaceva, tutto quello che volevo, tutto me stesso in un altro tempo.

Parlo per ricordare quello che non posso più avere, sentire, vivere, e continuo a parlare incessantemente solo per ricordare, per rivivere tutto immaginando di poterlo rifare.

La gioia di correre leggero senza preoccuparmi di nulla, mentre continuo a correre dimenticando, ricordando e dimenticando di nuovo perchè non mi riguarda.

Il mio futuro lo vedo, lo rivedo, lo conosco e ci ripenso e diventa passato. Un secondo e non c’è più, lo cerco di novo dentro di me e lo ritrovo e lo ricordo di nuovo il futuro e lo rivivo.

Adesso non  ricordo nessun futuro, solo tanti nitidi passati.

P.s.: So che molti dopo aver letto cominceranno a toccare ferri di cavallo, cornetti rossi, parti intime sferiche……non fatelo che vi controllo