Come quelli dei talent/2

Annunci

Ricordi confusi

Anni bellissimi di ricordi confusi che non cambierei mai con lucidi ricordi, con inutili presenze, con ipocriti e lucidi ragionamenti.

Tutto quello che non tornerà è racchiuso nei ricordi confusi, tutto quello che mi piaceva, tutto quello che volevo, tutto me stesso in un altro tempo.

Parlo per ricordare quello che non posso più avere, sentire, vivere, e continuo a parlare incessantemente solo per ricordare, per rivivere tutto immaginando di poterlo rifare.

La gioia di correre leggero senza preoccuparmi di nulla, mentre continuo a correre dimenticando, ricordando e dimenticando di nuovo perchè non mi riguarda.

Il mio futuro lo vedo, lo rivedo, lo conosco e ci ripenso e diventa passato. Un secondo e non c’è più, lo cerco di novo dentro di me e lo ritrovo e lo ricordo di nuovo il futuro e lo rivivo.

Adesso non  ricordo nessun futuro, solo tanti nitidi passati.

P.s.: So che molti dopo aver letto cominceranno a toccare ferri di cavallo, cornetti rossi, parti intime sferiche……non fatelo che vi controllo

La corsa, la fine, la corsa…

L’alba di una mattina, il cielo è bianco, la pista è vuota e aspetta l’arrivo di chi correrà

C’è chi arriva, chi arriva in ritardo, in affanno, c’è chi non arriverà mai, c’è tanta gente

La corsa parte, sono tanti, sono forti  e non hanno paura, corrono…

C’è chi vince, c’è chi arriva secondo, c’è chi si ferma prima del traguardo, c’è chi si ferma, c’è chi non parte

Io c’ero, sono partito…

Domani è l’alba, il cielo è bianco, la pista è vuota e aspetta l’arrivo di chi correrà

Damocle

Eh si, sono qui, di nuovo e spero di restarci a lungo, mesi, anni…eh si perchè mi trovo bene qui, molto.
Chissà se la spada di Damocle sarà clemente, o se invece deciderà di togliermi tutto, la possibilità di scrivere ancora, qui, con voi.
Pian piano vorrei riprendere, scrivere ancora appena mi sentirò meglio, nel frattempo vi leggo e mi sento bene, vivo, e in compagnia, il che non mi sembra poco, anzi.
Quindi continuate più che potete, cosi da potervi leggere sempre, tutti i giorni, per tanto tempo ancora.