Sono vecchio

Sono vecchio e dico cose da vecchio, farfuglio, dimentico, poi ricordo ma non bene.

Vi faccio un esempio:

-ehi scusami posso chiederti una cosa?

– Si dimmi

-Se ti dico Tognazzi…a te cosa viene in mente?

-ma che vuol dire Tognazzi?

-…niente…grazie.

Sono vecchio e dico cose da vecchio, mi ricordo cose che non esistono più, che non interessano più a nessuno, cose ormai scomparse. Vi faccio un esempio:

– ehi scusami posso chiederti una cosa?

– ancora? Tanto non so che è Tognazzi!

– Ma perché scusa sei quello che ho chiamato prima?

– Eh si che so io.

-Ah scusami

Sono vecchio e non vedo più tanto bene, sono confuso, sbaglio a chiamare le persone perché non le vedo bene, sembrano tutte uguali a questa distanza. L’unica cosa che mi conforta è che ancora distinguo i colori. Ora vi faccio vedere:

– ehi scusami posso chiederti una cosa?

– ma ancora?

-Ma perché scusa sei quello di prima?

– Eh si!

– Ma scusa quello di prima non era biondo, tu sei biondo. Eh!?

– Ma quale biondo….mi sono messo il cappello giallo…ma io non lo so boh…

– Ah è vero….effettivamente è un cappello giallo. Eh guarda scusami..

– Non c’è problema dai

Sono vecchio, quanto è brutta la vecchiaia, altro che maturità… ci hanno fregato!